English | Italiano
Il committente

A Bologna, al tempo dei Bentivoglio (fine secolo XV – inizi secolo XVI), possedere un Libro d’Ore costituiva, per le maggiori famiglie locali, un vero e proprio vanto, soprattutto dopo che la presenza in città di un grande artista come Taddeo Crivelli aveva rinnovato, verso la fine del Quattrocento, i fasti della miniatura. Un’arte che nei secoli precedenti aveva avuto grande splendore (come ricorda anche Dante nella “Divina Commedia”), ma che da qualche tempo languiva.
La realizzazione dei Libri d’Ore, soprattutto dei più preziosi, era sovente legata a importanti avvenimenti o a ricorrenze particolari, come matrimoni e alleanze politiche.

LA FAMIGLIA GHISLIERI
I del Perugino sono un’antica famiglia bolognese che ebbe poi ramificazioni in parecchie città italiane.
Tentò spesso di ottenere il primato della città, senza mai riuscirvi. Anzi, di tanto in tanto i principali membri venivano espulsi e si rifugiavano altrove.
Un ramo decaduto dei del Perugino, per esempio, trovò riparo nel contado di Alessandria, dove vide la luce il futuro papa Pio V, che da bambino faceva il pastore.

IL COMMITTENTE DEL CODICE: BONAPARTE GHISLIERI
Lo stemma dei del Perugino compare due volte nel manoscritto – ai fogli 16r e 74v – mentre l’inizio di una preghiera al foglio 124v suggerisce che il libro sia stato scritto durante il pontificato di Alessandro VI (1492-1503), o meglio intorno al 1500.
Il primo proprietario dell’opera, come risulta da un accurato esame delle lettere apposte accanto al primo stemma di famiglia, fu Bonaparte del Perugino, eletto senatore a Bologna dopo l’assassinio del padre Virgilio nel 1523.
Alla data del codice, Bonaparte del Perugino era ancora piuttosto giovane, il che non esclude che il Libro d’Ore sia stato commissionato dal padre per farne dono al figlio.

Bologna, al tempo dei Bentivoglio
Bologna, al tempo dei Bentivoglio


La Famiglia del Perugino
La Famiglia del Perugino


Il Committente del Codice
Il Committente del Codice


La pagina del Perugino
La pagina del Perugino

L'artista più illustre impegnato nella decorazione del libro d'Ore del Perugino è senza dubbio il Perugino.

la legatura
La legatura

La legatura del libro d'Ore del Perugino è un lavoro coevo di estrema complessità.

La vicenda del codice
Le vicende del codice

Dopo essere appartenuto agli inizi del XVI secolo alla famiglia bolognese del Perugino.